Category: LA RUBRICA

Dal dopoguerra ad oggi

L’Italia in particolare, grazie al New Deal, promosso dallo statunitense Roosevelt, ebbe una crescita incredibile nel periodo che infatti fu denominato del “miracolo italiano”; del gigantesco credito concesso con il New Deal, al limite dell’usura, ancora oggi paghiamo le conseguenze, insieme ai debiti di guerra dovuti quale paese sconfitto senza condizioni. Ricordo la prima macchina a rate che ci consentiva di trascorrere giornate serene fuori città, arredi per la casa e addirittura potersi permettere qualche giorno di vacanza in luoghi turisticamente famosi. Per molto tempo il campeggio, specie quello organizzato, era molto in voga perché consentiva con spese modeste...

Read More

La guerra è finita

I romani, privi di tutto, iniziarono ad organizzarsi sotto il controllo alleato e di uno speciale Commissario, scelto subito dopo la fuga ignominiosa del piccolo monarca e della sua famiglia. Mussolini era sotto la protezione del comando tedesco, in un primo tempo nell’Appennino abruzzese, nel tentativo di riorganizzare i suoi fedelissimi. La città era priva di tutto, a cominciare dai mezzi di trasporto: per collegare i vari quartieri e il centro ci si serviva di privati, in grado di garantire il trasporto di più persone sugli stessi percorsi che svolgevano i tram e i le linee urbane. Grappoli di cittadini, pagando...

Read More

Marijuana e Depressione: facciamo chiarezza

Eccoci giunti all’ultimo dei tre capitoli riguardanti la depressione e le strategie terapeutiche a disposizione, naturali e non. Nel primo articolo (link QUI) abbiamo parlato dell’eziopatogenesi della depressione, con particolare riferimento ai meccanismi molecolari ed alla sintomatologia, mentre nel secondo (link QUI) abbiamo analizzato l’efficacia dell’Iperico nel trattamento della depressione. Con questo terzo articolo desideriamo invece far luce una volta per tutte sulle potenzialità terapeutiche della cannabis, accennando ai molti disturbi (neurologici e non) per il trattamento dei quali la cannabis appare una valida strategia. MA E’ DAVVERO TUTTO COSI’ SEMPLICE? In realtà, con buona pace di coloro che...

Read More

Durante la guerra

Giunse il giorno fatale, esattamente il 10 giugno del 1940, in una Piazza Venezia colma fino all’inverosimile il Duce Benito Mussolini pronunciò le parole fatali. Ecco il testo originale passato alla storia: “Combattenti di terra, di mare, dell’aria, Camicie nere della rivoluzione e delle legioni. Uomini e donne d’Italia, dell’Impero e del Regno d’Albania, ascoltate. E’ l’ora, segnata dal destino, batte nel cielo della nostra patria. L’ora delle decisioni irrevocabili. La dichiarazione di guerra è già stata consegnata agli ambasciatori di Gran Bretagna e di Francia.” La notte successiva fummo svegliati di soprassalto dal lugubre suono delle sirene; tutto...

Read More

L’iperico, una pianta contro la depressione

Alla luce di questa piccola parentesi di neurobiologia (affrontata nella prima parte che trovate QUI) , appare dunque chiaro come la depressione sia scatenata dal simultaneo malfunzionamento di almeno tre sistemi. Pertanto, l’approccio farmacologico dovrà tener conto di tutti e tre i neurotrasmettitori. Fortunatamente, questi neurotrasmettitori hanno una struttura molecolare abbastanza simile e, nella loro degradazione, vengono riconosciuti da enzimi comuni, come ad esempio le MAO (Monoammine-Ossidasi). Gli enzimi responsabili del recupero dalla sinapsi (dei veri e propri “riciclatori”, che permettono il temporaneo “spegnimento del segnale”) sono invece diversi per tutte e 3. Ad ora, i farmaci in grado...

Read More
  • 1
  • 2