Si è conclusa il 20 maggio a Roma l’edizione 2018 degli Internazionali di Tennis, con il trionfo di Rafael Nadal nel torneo maschile, giunto al suo ottavo titolo in questa manifestazione.

Il (quasi) 32enne campione spagnola ha avuto ragione del giovane tedesco Zverev sotto la pioggia che, andando e venendo, ha tormentato un po’ l’intera primavera romana, e chissà se ha avuto da questa anche un piccolo aiutino. E’ necessario il terzo set a Rafa Nadal per portare a casa il trofeo.

Il torneo femminile è stato vinto invece dall’ucraina Elina Svitolina che ha avuto ragione in due set della numero uno del mondo, la rumena Halep, nel pomeriggio della stessa Domenica.

La redazione di Wemag è presente al Foro Italico la sera di giovedì 17 maggio, per seguire l’ottavo di finale di cartello tra un redivivo Novak Djokovic e lo spagnolo Ramos Vinolas, numero 20 del ranking Atp: il primo set sembra lasciare intendere che il match non abbia storia, finendo con un secco 6-1 a favore del campione serbo, con lo spagnolo che dà l’impressione di non riuscire a rispondere adeguatamente al gioco dell’avversario, specie quando questi ha la battuta; il tennis però riserva sempre qualche sorpresa e il pubblico assiste a un secondo set molto più combattuto, complice forse un po’ di stanchezza da ambo le parti. Djokovic porta comunque a casa la vittoria e il passaggio ai quarti, e afferma nell’intervista finale, a cura degli organizzatori del torneo, di aver “fatto la migliore partita da due anni a questa parte”, e di “essere felice per aver iniziato nuovamente a collaborare con Marian (Vadja, l’allenatore del serbo, dopo il divorzio professionale da Agassi) dopo un periodo sabatico di cui entrambi avevamo bisogno”. Djokovic si dovrà arrendere più avanti, in semifinale contro il vincitore del torneo.

Il match femminile della serata di giovedì è la coinvolgente sfida tra la numero due del mondo, la danese Wozniacki e la lettone Sevastova. Il primo set finisce 6-2 per la Wozniacki, ma nel secondo la lettone rimonta giocando molte palle corte e mettendo in difficoltà la campionessa, che conclude vincendo il terzo set non senza qualche difficoltà, dato che, anche verso la fine quando cercava di forzare i colpi per chiudere il match la lettone riusciva comunque a rispondere egregiamente. I più esperti hanno potuto avanzare qualche dubbio sullo stato di forma attuale della campionessa, che difatti uscirà a sorpresa nei quarti battuta 6-3 6-1 dalla giovane estone Kontaveit, soltanto numero 28 nel ranking Wtp (ma salita dopo la conclusione di questi internazionali). “Ho giocato contro un’avversaria difficile, che mi ha messo parecchio in difficoltà” ha dichiarato la Wozniacki ai microfoni dell’organizzazione.

Organizzazione che non sembra avere avuto lacune, data la consueta opera di ampliamento e miglioramento degli impianti, e l’enorme successo di pubblico, anch’esso ormai consueto per gli Internazionali di tennis di Roma. Peccato la pioggia.