Se vi è mai capitato di veder giocare il Liverpool Football Club, soprattutto negli ultimi anni, con la diffusione sempre più frequente dei match d’oltremanica sui canali satellitari, la vostra attenzione non potrà non essere stata catturata dalle note che provengono dagli altoparlanti di Anfield. O meglio, dalle voci delle migliaia di tifosi che ogni settimana sovrastano la musica, o che in alternativa in trasferta lo fanno risuonare prima di ogni gara e nei minuti finali.

La canzone in questione è “You’ll Never Walk Alone”, traducibile come “Tu non camminerai mai solo” (o anche “Voi non camminerete mai soli”). È bene specificare subito che non è un inno esclusivo dei Reds del Merseyside, anzi: anche altri celebri team lo hanno fatto loro nel corso degli anni, come il Celtic Football Club, il Borussia Dortmund o il Feyenoord in Olanda. Il coro, come già detto, viene cantato prima del calcio d’inizio e verso la fine della gara, indipendentemente dal risultato in corso proprio a sottolineare il legame dei tifosi con la propria squadra, che non può essere spezzato neanche dalla peggiore delle sconfitte.

Ma come e quando è nata questa canzone? La disputa principale riguarda le tifoserie proprio di Liverpool e Celtic, in quanto entrambe rivendicano la paternità di questo brano in uno stadio: il brano, ufficialmente, è giunto in Europa nel 1963 ad opera del gruppo “Gerry & The Pacemakers”, originari di Liverpool, che lo hanno inciso come cover di un musical americano. È molto difficile dunque, almeno a livello storico, che i tifosi biancoverdi di Glasgow abbiano ragione: più probabile invece che gli scousers possano essere stati i primi ad utilizzare queste note in assoluto.

Ad avvalorare questa tesi ci sono anche le parole di Tommy Smith, ex calciatore del Liverpool, che nel suo Anfield Iron (2008) racconta di come proprio nell’estate del ’63 Gerry Marsden, leader del gruppo citato in precedenza, introdusse, durante la presentazione alla squadra del tecnico Bill Shankly, le note inedite del brano, ancora in fase di pre-pubblicazione. Lo stesso Shankly fu sorpreso di quanto successo, e i reporter locali riportarono l’accaduto accreditando tale brano come nuovo inno ufficiale dei Reds.

Il legame con il Liverpool è andato rafforzandosi nel corso degli anni, tanto che in cima allo Shankly Gate (l’ingresso intitolato al leggendario manager nativo di Glenbuck) campeggia ormai stabilmente proprio la scritta “YOU’LL NEVER WALK ALONE”: la scritta fa parte anche del simbolo dello stemma ufficiale della squadra.

Diverse versioni del brano sono state riproposte nel corse degli anni anche da grandi voci della storia della musica: Frank Sinatra, Barbra Streisand, Judy Garland, Johnny Cash, Elvis Presley e Nina Simone, senza dimenticare i già citati Gerry & The Pacemakers  che furono i primi ad inciderla nel Regno Unito. Una versione cantata dalla Kop, la mitica curva popolata una volta dagli hooligans del Liverpool, compare nella parte finale di Fearless, terzo brano dell’album Meddle dei Pink Floyd.