Qualche mese fa, nel negozio di carte che frequento, ho visto due ragazzi giocare a Magic con un unico mazzo composto di sole terre.

Per vari minuti, perplesso,  ho seguito lo svolgimento della loro partita per capire cosa diamine stessero facendo. Non avevo ancora compreso di essermi imbattuto in uno dei giochi più semplici e allo stesso tempo ragionato e divertente che io abbia conosciuto. I due ragazzi mi hanno gentilmente spiegato le regole e, per permettermi di capire meglio, uno di loro ha giocato una partita con me: ho adorato BingoMagic sin dal primo istante.

BingoMagic è un gioco di carte per 2 giocatori, che può essere considerato come una variante estremamente semplificata del gioco di carte “Magic: The Gathering” (MTG), volgarmente chiamato Magic.

Sulle origini del gioco non ci sono informazioni certe, sembra che l’idea sia nata durante le pause dei più importanti tornei di magic, dove accade spesso che i partecipanti debbano trovare degli escamotage per impiegare i lunghi tempi di attesa tra un match e l’altro. Si può quindi azzardare che BingoMagic sia un gioco inventato dai giocatori per i giocatori.

Ma com’è possibile che un gioco così bello sia allo stesso tempo così poco conosciuto? Facendo una rapida ricerca online, mi sono accorto che non c’è alcuna traccia di notizie.

E’, infatti, proprio questo il motivo che mi ha spinto a scrivere il regolamento di BingoMagic!

 

_______________________________________________________________________________________

Regolamento di BingoMagic

 

Occorrente e preparazione del gioco

Il mazzo da gioco è composto da 60 carte (anche dette terre) di 5 colori diversi:

– 12 pianure (bianco)

– 12 paludi (nero)

– 12 montagne (rosso)

– 12 foreste (verde)

– 12 isole (blu)

 

 

NB: Le carte che compongono il mazzo di BingoMagic sono carte comunemente utilizzate in Magic: the Gathering. Il loro valore è tanto basso da permettere a chiunque sia interessato al gioco di reperire il mazzo completo presso qualsiasi rivenditore di carte Magic (fisico o online) al costo di 1 o 2€ al massimo.

Svolgimento

Per cominciare, il mazzo da gioco va mescolato e messo al centro tra i due giocatori.

I giocatori pescano dal mazzo 5 carte ciascuno e tirano un dado per stabilire chi inizia.

Ogni giocatore all’inizio del proprio turno pesca una carta dal mazzo, ad eccezione del giocatore che per primo inizia la partita.

Dopo aver pescato, il giocatore di turno può posizionare all’interno del proprio territorio una delle terre che ha in mano.

Il giocatore che ha posizionato una terra passa automaticamente il turno all’avversario.

NB: i giocatori possono passare il turno all’avversario anche senza aver posizionato alcuna terra.

Condizioni di vittoria

Lo scopo del gioco è quello di riuscire a posizionare nel proprio territorio 5 terre dello stesso colore o 5 terre di diverso colore. Il primo giocatore che vi riesce, vince la partita.

Effetti delle terre

Ogni terra ha un effetto che si attiva quando viene posizionata nel territorio di un giocatore:

– Pianura (bianco): pesca una carta dal mazzo

– Palude (nero): l’avversario scarta una carta a sua scelta dalla mano e la pone nel mazzo degli scarti

– Montagna (rosso): distruggi una terra a tua scelta che l’avversario controlla nel suo territorio e mettila nel mazzo degli scarti

– Foresta (verde): aggiungi alla tua mano una terra a tua scelta dal mazzo degli scarti

– Isola (blu): ad eccezione delle altre terre, l’isola non ha effetto quando viene posizionata.

Regola del counter

Solo durante il turno dell’avversario, ogni giocatore può scartare un’isola (blu) e una qualsiasi altra carta che ha in mano per neutralizzare una terra qualsiasi che l’avversario sta posizionando.

La terra neutralizzata non viene posizionata, non attiva il suo effetto e viene messa nel mazzo degli scarti.

NB: La terra neutralizzata NON VIENE POSIZIONATA e quindi non è valida per il raggiungimento delle condizioni di vittoria.

Regole del mazzo da gioco

Ogni giocatore ha un proprio mazzo degli scarti e un proprio territorio dove posizionare le terre. Il mazzo da gioco è invece in comune per entrambi i giocatori.

Quando terminano le carte nel mazzo da gioco, i giocatori mischiano tra loro i mazzi degli scarti per formare un nuovo mazzo da gioco e continuano normalmente la partita.